Il Natale Foriano con il tradizionale mercatino del pesce


Alle cinque del mattino della Vigilia di Natale l’appuntamento in P.zza S. Gaetano i primi rintocchi delle campane della Chiesa, vi è il tradizionale mercatino del pesce, una saga molto sentita dai foriani, i pesatori pescando una buona quantità di pesci, gronchi, morene,  aragoste etc. essi  pongono il pescato in delle nasse per un mese  ½  ancorati nelle acque di Forio dalla parte interna della scogliera, in tal modo che si  possono conservare vivi. Nella vendita dei pesci la gente, che curiosa, si accalcava per vedere meglio e più da vicino la bellissima esposizione, degli esemplari enormi, che si muovevano nelle tinozze.  Il rito si protrae  fino alla tarda mattinata. Durante il mercatino del pesce viene offerto un piatto caldo di pasta e fagioli con la “coteca” “la pelle del maiale”, intrattenuto da una buona musica di giovani. Le origini di questa festa, in cui il sacro ed il profano si fondono in una bella e perfetta armonia sono piuttosto lontane e quasi si perdono nella notte dei tempi.