Chiesa di Santa Maria La Porta


Si trova nella piazza principale  dedicata alla memoria del canonico Luigi Scotti,  fondata, come cappella, nel 1750 col nome di chiesetta dell’Immacolata. Nel 1866 venne ingrandita e furono aggiunti due altari, dedicati a San Giuseppe ed alla Madonna della Porta. In quella occasione la tela raffigurante l’Immacolata fu spostata nella navata destra nei pressi della tomba dei fratelli Scotti: monsignor Giovanni, arcivescovo di Rossano Calabro e monsignor Ciro, vicario generale dell’isola d’Ischia, entrambi morti in odore di santità. Il titolo parrocchiale fu ottenuto nel 1920., La chiesa fu eretta parrocchia nel 1920, è suddivisa di tre navate, ha quattro altari, Entrando sulla parete destra, è collocata un’acquasantiera in marmo bianco, della seconda metà del Settecento, a forma di conchiglia. In una nicchia nella parete di fondo della navata sinistra è conservata una scultura lignea ottocentesca, raffigurante San Giuseppe col Bambino. In una nicchia, nella parete di fondo del presbiterio, trova posto una scultura lignea, dell’Ottocento con la Madonna ed il Bambino. Lungo le pareti della chiesa, sono affisse le stazioni della via Crucis, in legno dipinto. Infine è da ammirare la tela dell’Immacolata di Giuseppe Marullo, posta nella navata destra   una tela dell’Immacolata del 1700, di pregevole fattura, appartenente alla scuola pittorica spagnola del Murillo; un antico Crocifisso ligneo, forse del ‘600. Sulla facciata della chiesa è posta un’immagine in maiolica della Vergine voluta dal parroco, don Vincenzo Iacono.


Filtra per