Bosco della Maddalena


In parte in salita, il percorso che porta al Bosco della Maddalena ha il vantaggio di essere nascosto dagli alberi, senza dar modo ai raggi del Sole di disturbare il tragitto. Il sentiero è largo, spazioso e abbastanza evidente. Il punto di partenza si trova sulla che porta a Casamicciola, dove, arrivando da Ischia, dopo un centinaio di metri i giardini termali Il Castiglione, sulla sinistra si trova l’ingresso del bosco della Maddalena. Il primo tratto di strada è asfaltato e percorribile anche in automobile, termina ai piedi di una larga scalinata in pietra che dopo qualche centinaia di metri si restringe in un sentiero. Il tragitto, immerso nella natura, conduce alla zona del Cretaio, un largo promontorio prospiciente su Ischia e Casamicciola, mentre dalla parte più alta di detta zona è possibile ammirare il panorama del porto di Ischia e del Castello Aragonese. Imboccando una stradina in discesa, è possibile raggiungere il Fondo d’Oglio, un cratere avente un diametro di circa 350 m ed una profondità di 127 m. In passato era possibile trovare sul fondo “bombe vulcaniche a crosta di pane” e blocchi di trachite, mentre ora si può osservare una pianta non comune, il dente di cavallo stretto parente del papiro. Tale pianta vive in zone tropicali e sull’isola d’Ischia si è adeguata poiché ha trovato una temperatura ed un terreno abbastanza riscaldati dal vapore acqueo delle fumarole. Da quest’ultima posizione è possibile proseguire il percorso e raggiungere attraverso via Nuova Cretaio e via Monte della Misericordia, piazza Marina a Casamicciola.